analytics & big data

L’importanza dei dati per il successo nella ristorazione

analisi dati nella ristorazione
author-image

Team Tilby

16 January 2023

Hai già pensato a quali saranno i criteri che orienteranno le scelte per la tua attività nel 2023?

L’istinto? Il buon senso? L’esperienza pregressa? O ti farai guidare dall’analisi dei numeri e dei dati?

Se ti ritrovi (anche) nell’ultima affermazione, probabilmente hai già abbracciato un approccio data driven. In caso contrario, non è mai troppo tardi per farlo.

I contenuti di questo post sono ispirati agli articoli del blog di RISTORATORETOP, tra le più autorevoli società italiane nel campo del marketing per la ristorazione e dal blog di Plateform, la piattaforma di gestione delle prenotazioni e di marketing dedicata alla ristorazione, con cui Tilby è integrato.

Tradotto letteralmente dall’inglese, “data driven” significa proprio: “guidato dai dati”.

Perché prendere decisioni senza dati è un po’ come cercare di raggiungere una città che non conosci, senza GPS o mappe. Puoi chiedere informazioni lungo la strada, oppure osservare gli altri e imitarli, sperando vadano nella tua stessa direzione.

Ma è un metodo efficace? È efficiente? Probabilmente no.

Lo stesso vale nella ristorazione. Il buon senso è fondamentale, l’esperienza aiuta, ma senza raccogliere i dati, analizzarli e decidere di conseguenza “sei solo un’altra persona con un’opinione”, come affermava il guru dell’organizzazione aziendale W.E. Deming.

Quanti e quali dati servono?

Purtroppo non esiste una risposta oggettiva a questa domanda.

Dipende dalla tua dimensione, dal mercato con cui ti confronti, e soprattutto dagli obiettivi che desideri raggiungere.  

Di certo una risposta è sempre sbagliata: troppi dati. Perché significherebbe avere troppe alternative, che portano a decisioni lente e poco solide.

Dovresti invece tenere d’occhio due tipi di dati: 

  • macro dati, che riguardano il settore nel suo insieme. Sono elaborati e raccolti in report come quelli realizzati periodicamente da Ristoratore TOP. Ti serviranno per contestualizzare correttamente il “mondo” che ti circonda.
  • micro dati, quelli che parlano della tua realtà. I numeri del venduto, della marginalità, il food cost e gli ingressi, lo scontrino medio, sono tutti esempi di micro-dati. Solo tu puoi raccoglierli - con i giusti strumenti - e sfruttarli a tuo vantaggio.

Analizza, decidi, cresci

Rimane un ultimo punto: come realizzare concretamente ciò che abbiamo appena spiegato?

In che modo puoi capire quali piatti vendi di più nel tuo locale e quelli su cui hai più margine? Oppure chi sono i membri più bravi del tuo staff per incentivarli e premiarli?

La funzione Analytics di Tilby è nata proprio per raccogliere dal tuo registratore di cassa in cloud tutti i dati necessari a prendere decisioni vincenti. Puoi consultarli ovunque tu sia, su qualsiasi device.

Numeri che potrai sfruttare al meglio grazie a Plateform, con cui trasformare in azioni di marketing i dati raccolti e gestire efficacemente i tuoi canali di vendita.

SCOPRI PLATEFORM

Ma di questo parleremo nella prossima puntata!

Buon lavoro!

Scopri in profondità come funziona il punto cassa Tilby

Richiedi un preventivo