how to

Gift card: cosa sono e come usarle per promuovere la tua attività?

Gift card: cosa sono e come usarle per promuovere la tua attività
author-image

Alice Bonfanti

19 December 2022

Le Gift Card, lo dice il nome stesso, sono delle carte-regalo. Perfette per regali dell’ultimo minuto o, perché no, estremamente ragionati, rappresentano un’attrattiva per coloro che vogliono andare sul sicuro. Se hai un’attività, negozio o ristorante, non puoi dunque fare a meno di proporle. Vediamo perché.

INDICE

Cosa sono le gift card?

Nel campo del commercio al dettaglio, le gift card non sono nulla di nuovo. Vengono utilizzate da decine di anni e, con il tempo, hanno conquistato anche l’interesse delle piccole realtà grazie ad alcuni vantaggi da non trascurare, diventando di fatto il regalo perfetto. Non sono tanto diverse da ciò che chiamiamo “buoni spesa”, sebbene questa definizione interessi perlopiù l’ambito dei supermercati e negozi di generi alimentari. 

Cartacea o digitale, per l’esercente è una sorta di titolo di credito ceduto al cliente, spendibile all’interno di negozi e ristoranti. Da un punto di vista pratico, uno strumento di pagamento da utilizzare in un determinato esercizio commerciale o in una catena dello stesso brand o gruppo. 

Come e quando sfruttare le gift card?

Perfette per familiari, amici, colleghi e, perché no, anche per la dolce metà, le gift card sono davvero la risposta giusta ad ogni tipo di situazione, soprattutto quando non c’è il tempo di acquistare un regalo o si teme di sbagliare prodotto o taglia. Inoltre con l’inflazione che determina l’aumento dei costi anche di cene e aperitivi, in alcune città italiane si sta diffondendo l’abitudine di regalare gift card spendibili in ristoranti o perfino cocktail bar. Le gift card, infatti, stanno prendendo piede anche nell’ambito della ristorazione, legate ad un’occasione speciale o a esperienze gastronomiche particolari. 

Ecco perché sempre più persone vi fanno ricorso, senza farsi intimorire dal concetto di “regalo impersonale”. Ma quando se ne fa un uso maggiore?

Ovviamente le feste, ma non solo. Natale è il periodo dell’anno in cui sono maggiormente richieste, ma le gift card rappresentano un’ottima soluzione anche per la festa della mamma, del papà o San Valentino. Per non parlare dei periodi di saldi, Black Friday incluso, quando, ad esempio, una gift card dal valore di 50 euro può essere venduta ad un prezzo inferiore, generalmente del 20%. In momenti come questi  diventano per gli esercenti uno strumento ideale per aumentare ulteriormente i profitti della propria attività e incrementare il business. Inoltre, grazie alla loro capacità di fidelizzare i clienti, possono essere rilasciate in prossimità di eventi ad hoc, come una collezione di abbigliamento a tema o una degustazione personalizzata. 

Se volete invece renderle un must della vostra attività, potete pensare di utilizzarle come buono regalo stagionale sulla base di specifici requisiti di acquisto (ad esempio per i clienti che superano una specifica cifra di spesa), come strumento di gestione dei reclami o addirittura premio finale di concorsi social e programmi fedeltà. 

Quali sono i vantaggi delle gift card per esercenti e ristoratori?

Le gift card possono portare diversi vantaggi alla vostra attività in quanto sono uno strumento di marketing e vendite particolarmente mirato su un pubblico in target.

In primis, sono uno strumento di brand awareness e drive to store, per fare conoscere il negozio o il ristorante da un pubblico in target e poi portarlo in loco. La persona che ha ricevuto la carta in regalo da un amico (che si suppone conosca bene i suoi gusti) scoprirà un brand di potenziale interesse; successivamente si recherà sul posto, portando anche un aumento dell’affluenza. La permanenza all’interno dello spazio fisico e online può portare l’acquirente a spendere più di quanto non contenga la carta stessa.

L’utilizzo delle gift card valorizza, inoltre, la proposta commerciale rispetto ai competitor: 7 persone su 10 sono entusiaste di riceverle come regalo, specialmente sotto Natale o altre festività, a prescindere dal fatto che abbiano o meno comprato prima quella marca (fonte: First Data Insight). La stessa cosa vale per quanto riguarda il settore ristorativo: la maggior parte dei clienti tendenzialmente arriva a spendere più del valore contenuto nella carta, prendendola come incentivo per lasciarsi andare e mangiar fuori più spesso. Molti decidono addirittura di condividerne l’utilizzo con amici e parenti, creando una rete di passaparola e brand ambassador che aumenterà la clientela e la fama del vostro ristorante. 

Un ultimo importante vantaggio per l’esercente è la possibilità di incassare il pagamento prima di vendere il prodotto o erogare il servizio. L’anticipo cassa è una doppia opportunità, considerando che molto spesso i buoni non vengono utilizzati da chi li riceve in regalo. Quindi possono trasformarsi in un guadagno economico senza implicare costi e aumentando di conseguenza il margine.

Oltre a rappresentare una nuova modalità di pagamento, le gift card hanno assunto il ruolo di raccolta dati sul comportamento d’acquisto dei consumatori grazie al legame con i programmi di fidelizzazione, permettendo di creare campagne marketing e definendo un customer journey personalizzato. 

Gift card: come funziona fiscalmente?

Un tema di attenzione per gli esercenti è spesso la gestione fiscale delle gift card, e in particolare dell’IVA.

La modalità più semplice per l’esercente è affidarsi alla normativa del “Buoni-corrispettivo” monouso o multiuso, anche detto “multi IVA”. In questo caso il commerciante versa l’IVA solo all’effettiva riscossione del buono o alla scadenza. Infatti per la cessione del buono l’esercente emette un documento commerciale IVA esente, in quanto il prezzo incassato costituisce una mera cessione di denaro non soggetta ad IVA.

Quindi, in sede di acquisto del buono, il commerciante incassa in anticipo senza versare l’IVA, che sarà versata successivamente in sede di riscatto del buono da parte del cliente. Inoltre, se gestito con la normativa multi IVA, il buono può essere erogato come spendibile per l’acquisto di prodotti o servizi con regimi d’IVA differenziati.

Un esempio tipico della gestione fiscale dei buoni acquisto è la degustazione in cantina, frequentata sia per la consumazione al tavolo di un calice di vino che per acquistare una bottiglia: con un buono multi IVA possono essere pagate entrambe le spese, senza nessuna complessità per il cliente finale e per l’esercente.

Campagne marketing basate su gift card: alcuni esempi di successo

Le gift card possono diventare oggetto di campagne marketing. Ad esempio, potreste regalare gift card a tutti i nuovi clienti per incoraggiarli a fare il loro primo acquisto con voi, o ai clienti inattivi per stimolare un nuovo coinvolgimento. Potete inviare carte regalo ai clienti in occasioni speciali, come compleanni o anniversari, come fa il noto brand di cosmesi naturale Bottega Verde. Le opzioni sono illimitate. Vediamo alcuni esempi reali di campagne marketing di successo basate sull’uso di gift card.

La prima riguarda James Allen, un'azienda statunitense di diamanti e gioielli da sposa che si concentra principalmente sulle vendite online. James Allen ha organizzato un giveaway offrendo in premio una gift card. Per partecipare al concorso, i partecipanti avrebbero dovuto scegliere sul sito stesso del brand l'anello di fidanzamento ideale e dare un suggerimento ai loro partner in merito. Chiunque l’avesse fatto sarebbe stato inserito automaticamente nel concorso. Il vincitore avrebbe poi ricevuto una carta regalo di 2.500 dollari, non rimborsabile e non convertibile in denaro. 

Un’altra campagna di successo è quella lanciata da Sephora, multinazionale francese che vende prodotti per la cura e la bellezza della persona. Si tratta di una campagna di “re-engagement” dedicata esclusivamente ai membri del suo programma di fidelizzazione. Vengono infatti messe  in palio gift card da 15 euro valide per acquisti superiori a 50 euro per un breve periodo di tempo, prima della stagione natalizia.

Parlando di periodo festivo, inevitabile citare l’esempio di Sleep Country, il principale rivenditore di materassi canadese. Ha lanciato una campagna natalizia offrendo gift card da 230 dollari valide a dicembre. Le card sono state inviate via e-mail, ma erano utilizzabili solo per gli acquisti in negozio. Un'ottima strategia all'insegna dell'omnicanalità per portare affluenza anche in store. 

Per un Natale gourmet, vi raccontiamo invece l’offerta gift card di The Fork. Facilmente acquistabile, la carta propone più di 10.000 ristoranti in tutta Italia tra cui indirizzi selezionati dalla Guida MICHELIN. Tantissime opzioni tra cui scegliere, in grado di accontentare proprio tutti. 

Come creare gift card personalizzate col software di cassa Tilby

Tilby ha introdotto una funzionalità ideale per le festività natalizie dei tuoi clienti, ovvero la possibilità di creare gift card personalizzabili direttamente dal punto cassa, che possono essere acquistate dal cliente nel punto vendita, dalle casse automatiche e dall’e-commerce!

Tra i tanti vantaggi delle gift card personalizzabili di Tilby vi è anche la possibilità di gestire in modo integrato differenti punti vendita: la gift card acquistata in un brand multistore può essere utilizzata in qualunque punto della catena.

Naturalmente, i buoni regalo erogati da Tilby sono gestiti attraverso la normativa del buono multiuso. Il commerciante può dunque emettere i buoni in modo totalmente compliant alla normativa “Buoni-corrispettivo” monouso o multiuso, con estrema facilità di gestione. Questo permette una perfetta contabilizzazione delle informazioni delle gift card all'Agenzia delle Entrate, evitando di dare comunicazioni imperfette o di versare l’IVA in modo errato.

 

Scopri in profondità come funziona il punto cassa Tilby

Richiedi un preventivo